Gallina, capitan Laganà fa il punto della squadra alla pausa natalizia

274

Un Gallina che sta conducendo un campionato nettamente positivo, con all’attivo 14 punti e meno 1, quindi, dalla vetta che attualmente ospita il Santa Cristina. Ben quattro le vittorie e due i pareggi, con una sola sconfitta maturata con l’Audax Ravagnese. Il capitano Pasquale Laganà svela il segreto dell’ottimo andamento della squadra.

La vera forza della squadra quest’anno non è il singolo giocatore, ma il gruppo. Il nostro è un gruppo giovane, molto unito. Io e Monorchio siamo i veterani, ma per il resto ci sono molti ragazzi giovani, che vogliono divertirsi e fare bene“. Il capitano, del resto, è già al suo secondo anno in gialloblù: “Dopo otto anni con la Campese, dove ho vissuto una bellissima esperienza, sono arrivato a Gallina lo scorso anno. Abbiamo tutti un ottimo rapporto tra noi, siamo compatti e nessuno vuole primeggiare perchè siamo una vera squadra, vogliamo fare bene. Anche la società è giovane: si compone di ragazzi che vogliono darsi da fare, persone serie sempre disponibili a supportarci“.

Quanto agli obiettivi stagionali, dichiara Laganà: “Al momento pensiamo prima di tutto a salvarci. E’ un campionato con poche squadre: con una vittoria ti trovi in alto, ma alla prima sconfitta puoi trovarti nelle zone basse. Ma a noi piace anche sognare: sicuramente sogniamo i playoff, perchè no? Al momento ci piace stare però con i piedi per terra“.

Quali i suoi buoni propositi per il nuovo anno? “Per questo 2020 desidero sicuramente portare il Gallina in Prima Categoria, vorrei regalare al presidente e soprattutto al mister questa grande gioia. Poi, chissà, magari appenderò le scarpette al chiodo! Quella da calciatore è infatti una vita un po’ faticosa, ma il calcio è la mia più grande passione e sarà difficile abbandonarla!“.