Saint Michel, importante ingresso in società

1117

In attesa dell’ufficialità del ripescaggio in Prima Categoria, la Saint Michel continua a muoversi sia a livello sociale che societario.

Fa ingresso in società uno dei personaggi che più ha dato lustro alla Gioia Tauro calcistica degli ultimi anni. Parliamo di Ferdinando Rombolà, a lungo presidente della Nuova Gioiese che con lui al timone è riuscita ad approdare in Serie D. Sarà il responsabile dello sviluppo calcistico della Saint Michel.

Un colpaccio quello dei gioiesi considerando che Rombolà era ambito da diverse società e che ha accettato la proposta in quando il fine della squadra corrisponde ai suoi ideali.

Ma il progetto Saint Michel non si limita a questo: continua il infatti il cammino per la vittoria in campo di fede e di calcio.

Tanti gli eventi sociali a cui ha preso parte, quali la visita alla camera dei deputati, convegni su fede e legalità, servizio di carità presso le carceri e gli ospedali, e religiosi: tra cui le varie udienze con Papa Francesco  ed il Suo Vicario per lo Stato del Vaticano il  Cardinal A. Comastri, la vittoria del “premio solidarietà Calabra”,  il riconoscimento e premio nazionale da parte dell’università bonifaciana, e da ultimo l’altro ieri, il “premio legalitá” al Magna Grecia film festival.

Il presidente Don Gaudioso Mercuri ed il consiglio direttivo della società  “volendo dare la preminenza alle finalità  di evangelizzazione puntano a crescere dal lato calcistico – affermano in una nota –  offrendo opportunità di formazione ai giovani  atleti di Cristo che affinché questi possano mettere i loro talenti al servizio del Signore, hanno presentato domanda di ripescaggio in Prima Categoria”.

 

redazione@rcsport.it