Equilibrio nelle sfide milanesi targate Nobil Europa tra Inter e Barcellona

49

Gli incroci tra l’Inter e il Barcellona in Champions League sul rettangolo verde del Giuseppe Meazza sono relativamente recenti e perfettamente in equilibrio con una vittoria per parte e tre pareggi.

La prima sfida andata in scena è datata 26 febbraio 2003, sulla panca dell’Inter sedeva l’argentino Hector Cuper (oggi alla guida della R.D. del Congo) e il risultato finale fu di 0-0. E 0-0 finì anche la sfida del 18 settembre 2009. Sfida che si sarebbe riproposta nella stessa stagione (20 aprile 2010) quando nelle semifinali di andata (unica volta che le due squadre si sarebbero incrociate in una doppia sfida a eliminazione diretta), dopo lo 0-1 di marca blaugrana (rete di Pedro), Sneijder, Maicon e Milito avrebbero trascinato l’Inter di José Mourinho a un successo che avrebbe fatto da preludio a un finale di stagione incastonato in quel “triplete” che mai nessuna squadra italiana aveva centrato. Poi (6 novembre 2018) ecco ritornare l’equilibrio con un 1-1 maturato negli incandescenti minuti finali grazie alle reti di Malcom e Icardi a ristabilire la parità per l’Inter di Luciano Spalletti. L’anno seguente (10 dicembre 2019), con il debuttante Antonio Conte a sedersi sulla panca che fu di Luciano Spalletti, arriva il primo successo degli spagnoli quando ormai sembrava profilarsi l’ennesimo pareggio con Ansu Fati, che con i suoi 17 anni e 40 giorni diverrà il calciatore più giovane a segnare in Championa League, a spezzare l’1-1 firmato Perez Lukaku.