Serie A 19a giornata: Il Milan è Campione d’inverno

10

Giunti al giro di boa il Milan, nonostante il capitombolo interno contro l’Atalanta, che ha sconquassato Ibrahimovic e compagni imponendosi con un altisonante 0-3 il cui sigillo finale, al minuto 77, è stato confezionato da Zapata, è Campione d’inverno per la 17a volta nella sua storia. Un titolo che, seppur platonico, è stato conquistato anche grazie all’ottima prova dell’Udinese guidata da Luca Gotti abile nel bloccare sullo 0-0 l’Inter alla Dacia Arena. Un’Inter che, dopo la brillante prova contro la Juventus, si è assopita in terra friulana chiudendo il girone d’andata a -2 dai cugini.

Statistiche alla mano il 17o titolo di Campione d’inverno permette al Milan di affiancare l’Inter giunta prima al termine del girone d’andata per l’ultima volta nel 2009-10. Si conferma terza la Roma che, però, per aver ragione dello Spezia deve attendere il minuto 92 quando Pellegrini, rispondendo a Verde che a un nulla dal novantesimo aveva ripreso i giallorossi, siglando la rete del 4-3, capitalizzando un assist di Perez, toglie a Fonseca le castagne dal fuoco. Sesta sconfitta per il Napoli che, dopo il 3-1 rimediato al Marcantonio Bentegodi contro un’eccellente Hellas Verona (reti in rimonta di: Dimarco, Barak e Zaccagni), scivola al sesto posto vedendosi affiancato dalla Lazio (2-1 al Sassuolo) e sorpassato da Atalanta e Juventus che, reduce dalla conquista della Supercoppa italiana, ha la meglio sul Bologna con una rete per tempo di Arthur e McKennie.

Nessuna segnatura per Ronaldo che in settimana, dopo una revisione da parte della Federazione Ceca sul numero delle reti messe a segno da Josef Bican (miglior marcatore di tutti i tempi che smise di giocare nel 1952), ha visto rafforzare il primato dell’attaccante austriaco, naturalizzato cecoslovacco, con 821 reti… 61 in più del portoghese fermo, si fa per dire, a 760 centri.

Questi gli altri risultati a completare il quadro: Benevento – Torino 2-2 (granata, con in panca Nicola, chiamato a sostituire Giampaolo, salvati da una doppietta di Zaza); Fiorentina – Crotone 2-1; Genoa – Cagliari 1-0 (rete di Destro); Parma – Sampdoria 0-2.