Serie A 20a giornata: Milan e Inter tre punti a testa per riprendere la corsa

24

La 1a giornata del girone di ritorno vede il Milan, reduce dall’eliminazione in Coppa Italia contro l’Inter, riprendersi la scena e, battendo il Bologna al Dall’Ara 1-2, con Rebic a ribadire in fondo al sacco un calcio di rigore sbagliato da Ibrahimovic e Kessie a raddoppiare sempre dagli undici metri (per la cronaca sono già 14 i penalty assegnati ai rossoneri in campionato), mantiene il vantaggio di due lunghezze sull’Inter che non ha alcun problema a far sua la partita contro il Benevento caduto al Giuseppe Meazza con un secco 4-0 e con Lukaku che, infilando il cuoio alle spalle di Montipo con un sinistro e un destro fin troppo scolastici, sale a 20 centri stagionali.

Si conferma terza la Roma che, in appena nove minuti (reti di: Mancini, Mkhitaryan e Mayoral), batte 3-1 l’Hellas Verona che trova nella ripresa con Colley il punto della bandiera. A -1 dai giallorossi ecco la Juventus corsara in quel di Genova con la Sampdoria messa sotto da una rete per tempo di Chiesa, che finalizza una bella azione confezionatagli dal duo Ronaldo Morata, e Ramsey che, al minuto 90, sigla a porta completamente sguarnita la rete dello 0-2. Vincono anche il Napoli (2-0 al Parma con Helmas e Politano a stemperare le incomprensioni tra Gattuso e De Laurentiis) e la Lazio con un sorprendente 1-3 nella difficile trasferta in terra bergamasca contro l’Atalanta scivolata al settimo posto.

Questi gli altri risultati a completare il quadro: Torino – Fiorentina 1-1 (con Belotti a riacciuffare i viola quasi allo scadere); Spezia – Udinese 0-1 (De Paul su calcio di rigore al minuto 52); Cagliari – Sassuolo 1-1 (vantaggio dei sardi con Joao Pedro al minuto 75 e pareggio di Boga in piena zona cesarini); Crotone – Genoa 0-3 con i calabresi che, cadendo all’Ezio Scida per la sesta volta (da segnalare la prima rete con la casacca dei grifoni del difensore classe ’99 Czyborra), rimangono confinati in ultima posizione.

CONDIVIDI