Serie A 22a giornata: Il Milan stecca e l’Inter raggiunge la vetta

18

La 3a giornata del girone di ritorno è segnata dalle perle dei centrocampisti spezzini Maggiore e Bastoni che, emulando Tognotti e Riccobaldi, autori delle reti che nel lontanissimo 11 novembre del 1923 diedero il là all’ultimo successo dello Spezia contro il Milan all’Alberto Picco, scuotono la vetta della classifica mettendo l’Inter sul gradino più alto a discapito dei rossoneri costretti ad abdicare dopo diciotto giornate trascorse a guardare tutti dall’alto in beata solitudine. Inter che doma la Lazio, reduce da un filotto di sei successi consecutivi, con un 3-1 firmato dalla doppietta di Lukaku, che sblocca la gara su calcio di rigore, servendo, dopo la fortuita rete di Milinkovic-Savic, l’assist che chiude i giochi a Lautaro. Lukaku che, attestandosi a 300 reti in carriera, raggiunge Ronaldo in vetta alla classifica marcatori con 16 centri.

A sette lunghezze dai neroazzurri ecco la Roma, che batte con disinvoltura l’Udinese nel fortino di casa (i giallorossi all’Olimpico hanno finora messo insieme più punti di tutti…30), mentre un calcio di rigore di Insigne (che fa cifra tonda raggiungendo quota 100 reti in maglia azzurra) e uno strepitoso Meret, sceso in campo all’ultimissimo minuto per l’infortunio occorso a Ospina, permettono al Napoli di aggiudicarsi la sentita sfida contro la Juventus scivolata al quarto posto. Bianconeri che sentono il fiato dello stesso Napoli e dell’Atalanta, corsara in quel di Cagliari grazie a una prodezza di Muriel al minuto 90, con la Lazio che, pur sconfitta, rimanere in scia.

Questi gli altri risultati a completare il quadro: Bologna – Benevento 1-1 (Sansone e Viola), Torino – Genoa 0-0; Sampdoria – Fiorentina 2-1 (con Quagliarella a decidere la sfida in favore dei blucerchiati); Crotone – Sassuolo 1-2 (con un calcio di rigore di Caputo a far segnare il passo a un Crotone sempre più ultimo); Hellas Verona – Parma 2-1.

CONDIVIDI