Serie A 28a giornata: La Juventus si inceppa e il Benevento scrive la storia

28

La 9a giornata del girone di ritorno, che non ha visto scendere in campo la capolista Inter, la cui sfida casalinga contro il Sassuolo è stata rinviata a causa della positività al covid di quattro calciatori della formazione meneghina (a decidere lo stop, come previsto dal regolamento, è stata l’A.T.S. di competenza), permette al Milan (2-3 in casa della Fiorentina, zampata vincente di Calhanoglu) di distanziare la Juventus battuta dal Benevento con gli stregoni che, approfittando di una topica di Arthur, trovano con l’argentino Gaich (secondo centro in campionato dopo quello allo Spezia) uno storico successo all’ombra della Mole.

Bianconeri che vengono agganciati dall’Atalanta impostasi al Marcantonio Bentegodi contro l’Hellas Verona messa sotto dall’ucraino Malinovsky, che porta avanti i suoi con un perfetto calcio di rigore, e da uno strepitoso Zapata lesto nel trafiggere un incerto Silvestri. Colpo grosso per il Napoli in casa della Roma (unica squadra italiana rimasta in corsa nelle coppe europee) superata da una doppietta di Martens a sancirne uno 0-2 che lascia ben sperare in ottica Nobil Europa. Roma che vede avvicinarsi la Lazio dopo lo 0-1 (rete di Marusic al minuto 37) colto dai biancocelesti in terra friulana contro l’Udinese caduta alla Dacia Arena per la sesta volta.

Questi gli altri risultati a completare il quadro: Parma – Genoa 1-2 (con la doppietta di Scamacca a rispondere al provvisorio vantaggio dei ducali con Pellè); Crotone – Bologna 2-3 (con i felsinei che, sotto di due reti dopo i primi quarantacinque, ribaltano incredibilmente l’esito della gara nell’ultima mezz’ora della ripresa con: Soumaoro, Schouten e il giovane attaccante danese Skov Olsen a firmare il definitivo sorpasso al minuto 84); Spezia – Cagliari 2-1; Sampdoria – Torino 1-0 (Candreva).

Gare da recuperare: Inter – Sassuolo; Juventus – Napoli e Lazio – Torino.

CONDIVIDI