Serie A 29a giornata: L’Inter spadroneggia anche al Dall’Ara e scappa via

13

La 10a giornata del girone di ritorno scrive l’ennesima pagina vincente per l’Inter che, 101 anni dopo aver fatto sua la prima sfida in assoluto contro il Bologna in terra emiliana (rete di Scheidler), batte i felsinei con lo stesso punteggio grazie a una zampata di Lukaku che sigla la rete numero 20 in campionato. Chi prova a inseguire i meneghini, il Milan, procede a strappi e non andando oltre l’1-1 casalingo contro la Sampdoria, riacciuffata solo nel finale da una pregevole marcatura di Hauge, scivola a -8. Blucerchiati che si erano portati in vantaggio con Quagliarella, lesto a sfruttare un clamoroso svarione di Hernandez, ma che sono stati costretti a giocare l’ultima mezz’ora in dieci per l’espulsione di Silva.

Si conferma terza, accorciando sugli stessi rossoneri, l’Atalanta che batte l’Udinese 3-2 grazie ai colombiani Muriel (doppietta) e Zapata. Ancora sottotono, e per di più contestata dai propri sostenitori, la Juventus costretta ad aggrapparsi a Ronaldo autore, al minuto 79, della rete del definitivo 2-2 nel derby contro il Torino. Juventus che viene agganciata dal Napoli la cui sfida casalinga contro il fanalino di coda Crotone lo vede imporsi con un sofferto 4-3 il cui punto del sorpasso porta la firma di Di Lorenzo. Per i volenterosi calabresi da segnalare la doppietta dell’attaccante nigeriano Simy che gli permette di agganciare con 15 centri Ibrahimovic. Un calcio di rigore di Caceido nel finale permette, invece, alla Lazio, che ha concluso la gara in doppia inferiorità numerica (espulsi Lazzari e Correa), di battere lo Spezia 2-1 e staccare la Roma fermata sul 2-2 al Mapei Stadium dal Sassuolo.

Questi gli altri risultati a completare il quadro: Benevento – Parma 2-2 (con il rumeno Man a riacciuffare i campani al minuto 88); Cagliari – Hellas Verona 0-2 (con Barak e Lasagna a imprimere un duro colpo alla corsa salvezza dei sardi); Genoa – Fiorentina 1-1.

CONDIVIDI