Serie A 36a giornata: Il Milan esagera la Juventus spera

24

La 17a giornata del girone di ritorno, con i neocampioni d’Italia dell’Inter che hanno battuto la Roma 3-1 (Brozovic, Vecino, Mkhitaryan, ad accorciare le distanze per i giallorossi, e Lukaku a chiudere i giochi con un calcio di rigore messo a segno al minuto 90), non cambia le sorti di chi insegue un posto in Champions League. Le principali contendenti (Atalanta, Milan, Napoli e Juventus con il quarantatreenne Buffon a respingere un calcio di rigore di Berardi, quando si era ancora sullo 0-0, e Ronaldo che ha messo a segno la rete numero 100 in maglia bianconera) vincono tutte ma il successo che desta più clamore è indubbiamente lo 0-7 rifilato dal Milan al Torino (eguagliato il primato negativo della sconfitta interna più pesante in casa granata del gennaio 2020 quando fu l’Atalanta a imporsi 0-7… nel lontanissimo 1912 ci fu, invece, un 1-6 in favore dei rossoneri, cinquina di Luigi Cevenini e De Vecchi) con Hernandez e Rebic a siglare cinque delle sette reti che schiantano l’irriconoscibile undici di Davide Nicola, che si addossa le responsabilità dell’inopinato tracollo, bisognoso di rialzarsi immediatamente. Vittoria anche per la Lazio all’ultimissimo affondo con Immobile a realizzare la rete che batte un Parma propositivo e poco fortunato nonostante l’ormai retrocessione.

Questi gli altri risultati a completare il quadro: Cagliari – Fiorentina 0-0 (pareggio che avvicina i sardi alla salvezza che per i viola è matematica); Bologna – Genoa 0-2 (con una rete per tempo di Zappacosta e Scammacca a sancire la salvezza matematica dei liguri); Sampdoria – Spezia 2-2 (spezzini che fanno un altro piccolo passo verso la salvezza); Crotone – Hellas Verona 2-1 con Ounas e Messias che, pur regalando una platonica vittoria, fanno abbandonare l’ultima piazza ai crotonesi occupata adesso dal Parma.

CONDIVIDI