Il punto sul mercato della Reggina, Micowschi il primo rinforzo

71
Foto di Andrea Rosito

La Reggina anche in questa sessione invernale di calciomercato, è chiamata a recitare un ruolo da protagonista. Il campionato disputato fin qui dagli amaranto è stato al di sotto delle aspettative, considerati gli importanti investimenti e le grandi ambizioni della società del presidente Gallo, smantellate poi gara dopo gara a causa dei risultati deludenti ottenuti dalla squadra. Oggi la Reggina ha l’obbligo di correre ai ripari, con l’obiettivo di rimettere in piedi una stagione poco esaltante. Il tecnico Baroni ha già indicato alla dirigenza, quali pedine necessitano per migliore la rosa. Ci sarà d’attendersi una Reggina molto attiva, sia in entrata che in uscita.

In entrata è praticamente fatta per il giovane esterno romeno, Claudiu Micowschi, proveniente in prestito dal Genoa. Giocatore molto interessante, in grado di poter essere impiegato in entrambe le corsie. Lo scorso anno si è distinto notevolmente in Lega Pro tra le fila dell’Avellino, dove ha collezionato 31 presenze, 5 reti e 6 assist. Dal Genoa insieme a Micowschi era atteso anche il centrocampista polacco, Petar Brlek, ma la trattativa sembra aver subito un rallentamento. Reggina che dovrà intervenire un po’ su tutti i reparti del campo, a partire dai pali dove Plizzari e Guarna non hanno convinto. Probabilmente uno dei due partirà. Tra i vari nomi per la porta amaranto c’è quello di Nicolas Andrade, in uscita dall’Udinese e pronto a legarsi alla società del presidente Gallo.

Nel reparto difensivo, sembra ormai certo l’addio dell’esperto Daniele Gasparetto, destinato alla Sambenedettese. A centrocampo si cerca un elemento che possa affiancare Crisetig. A prescindere da chi e se arriverà, sarà sacrificato un altro della vecchia guardia, vale a dire Francesco De Rose, che piace molto all’ Avellino. Da monitorare la situazione di Bianchi, mentre Faty è atteso al rientro. Sulle corsie esterne, zona del campo su cui punta molto Baroni, sarebbe vicino ai saluti Gabriele Rolando, sul quale c’è il forte interesse del Bari. L’eventuale partenza dell’esterno destro genovese, porterebbe gli amaranto a dare l’assalto Matteo Mustacchio, fuori da tempo dai piani del Crotone. Per arrivare a Mustacchio, la Reggina dovrà superare la concorrenza di alcune società di Serie B. Non è così scontata la conferma di Bellomo, seguito da diverse big di Lega Pro, Triestina e Catania su tutte. Ufficializzato l’addio del giovane Peli, tornato all’Atalanta per essere poi girato al Como, dove aveva già militato nella scorsa stagione. In partenza anche Mastour, praticamente è tutto fatto per il suo trasferimento al Carpi, probabilmente con la formula del prestito. Via anche il giovane Marcucci, mai utilizzato in questa stagione, anche per lui futuro in Lega Pro.

Il reparto avanzato va praticamente ridisegnato, considerato che le uniche garanzie sono rappresentate da Denis e Charpentier, quest’ultimo appena tornato disponibile dopo un lungo stop. Fuori dai programmi Lafferty e Vasic. Per il primo si lavora per un accordo risolutivo del contratto, riguardo invece il secondo è molto concreta la possibilità di un ritorno in Svezia. Serviranno attaccanti funzionali al gioco di Baroni, soprattutto punte centrali che possano garantire goal e velocità.

Vedremo da qui alla fine di questo mercato, su chi deciderà di puntare la società amaranto per risalire la classifica ed essere protagonisti fino alla fine in posizioni più consone al proprio blasone.

CONDIVIDI