Reggina, Di Chiara ritorna in grande stile: il suo profilo

41

C’è aria bella fresca sulla fascia sinistra della Reggina e il merito è quasi interamente del grande ritorno di Gianluca Di Chiara in amaranto. Il terzino, uno dei migliori giocatori della passata stagione, non ha resistito al richiamo dello Stretto, a quel richiamo tutto passione e sentimento per una maglia che addosso si sente eccome. Ufficiale, adesso, il passaggio del calciatore palermitano dal Perugia alla squadra del patron Saladini.

Arrivato a titolo definitivo, dopo due annate in amaranto disputate in prestito, Gianluca Di Chiara si candida pronti via ad una maglia da titolare. Certo, avrebbe fatto comodo un suo arrivo agli inizi della preparazione estiva e non a ridosso della prima partita di campionato, ma un giocatore come lui è sempre meglio avercelo a prescindere. Classe 1993, il palermitano è un terzino sinistro dotato di ottima velocità, eleganza nel possesso palla, forte di testa dall’alto dei suoi 186 centimetri, oltre ad essere un moto perpetuo tra fase offensiva e difensiva dal 1’ all’ultimo minuto: instancabile.

Cresciuto nelle giovanili di Parma, Palermo e Reggiana, esordisce in Lega Pro nel 2010 con la formazione di Reggio Emilia. Ancora Serie C tra Pavia e Renate, fino ad affermarsi nel terzo campionato italiano proprio in Calabria con la maglia del Catanzaro. Due stagioni in giallorosso e 28 partite disputate. Continua farsi le ossa con Lecce e Foggia ma nel 2016, da ormai veterano della categoria (95 presenze), è tempo di grande salto in Serie B. A sceglierlo è il Perugia, suo ultimo club prima di arrivare a Reggio. In Umbria è titolare alla prima stagione, ma per lui si apre la continua girandola di prestiti. Il primo ha rappresentato l’opportunità probabilmente più grande della sua carriera, finora: Benevento in Serie A annata 2017-’18. All’ombra del Vigorito non bastano 14 presenze a mantenerlo in massima serie. Carpi, ancora Benevento ma in B e nuovamente Perugia fino ad arrivare al 2020.

Promossa in Serie B dopo la trionfale cavalcata dell’anno prima, la Reggina proprio nel 2020 sceglie Di Chiara in prestito biennale per rinforzare il reparto difensivo. Decisione più che corretta, il palermitano gioca e mette a referto una valanga di ottime prestazioni, steccando difficilmente a prescindere dal momento di forma della squadra. 69 partite, 3 gol 6 assist fanno già degli amaranto la formazione con cui ha giocato di più in carriera. Statistiche che andranno certamente aggiornate, considerando che la sua presenza nello scacchiere di Inzaghi non sarà certamente trascurabile.