Reggina, il pubblico amaranto uomo in più in campo

87

Grande affluenza di pubblico per il big match della nona giornata di serie B, per la sfida tra Reggina e Parma, due ex decadute del nostro calcio.
Oltre ottomila gli spettatori presenti allo stadio Granillo. Prima del fischio d’inizio, il presidente della Reggina, Luca Gallo, ha consegnato una maglia ricordo al padre di Daniel Leone, ex portiere della Reggina, recentemente scomparso.

Dopo il calcio d’inizio le squadre hanno  dato spettacolo fin dai primi minuti, attaccandosi a vicenda e regalando spettacolo al pubblico del Granillo. La partita viene sbloccata al quindicesimo minuto da Jeremy Menez che su assist di Nicola Bellomo batte Buffon, uno dei giocatori più attesi del match, e porta in vantaggio i padroni di casa. Pochi minuti dopo arriva il primo cambio fra le file dei gialloscudati. Al venticinquesimo minuto esce Schiattarella per infortunio ed entra Juric. Tante le occasioni di goal create dalle due squadre, che  si danno filo da torcere fino alla fine del primo tempo.

La ripresa inizia con lo stesso copione della prima frazione con le due squadre si danno battaglia. Inizia il Parma  che con un bel guizzo angolato impegna Turati, che mette la palla in calcio d’angolo. I primi cambi per la Reggina, arrivano al 58° minuto. Escono Menez e Bellomo ed entrano Cortinovis, e Karim Laribi.
Al 64° altro cambio nel Parma. Esce Dennis Man, entra Roberto Inglese.
Gioco fermo al sessantottesimo: controllo VAR per un presunto tocco in area di rigore, dopo qualche minuto, l’arbitro assegna il rigore alla Reggina, freddamente realizzato da Galabinov, che spiazza Buffon portando gli amaranto sul due a zero.

Nel finale di gara le due squadre accusano la stanchezza di una partita combattuta su tutti i fronti. Ricorrendo ai ripari fanno entrare in campo Correia e Benedykzak al posto di Coulibaly e Mihaila nel Parma, e per la Reggina Bianchi e Lakicevic al posto di Hetemaj e Capitan Loiacono. A pochi minuti dalla fine i ducali accorciano le distanze con Franco Vazquez, fermando il risultato sul definitivo 2-1.

La partita finisce dopo cinque minuti di recupero, Grande festa dopo il fischio finale per i supporters della Reggina che esultano per i loro beniamini e per tre punti fondamentali per la Reggina che si porta con questa vittoria a sedici punti in classifica in piena zona playoff.
Nel dopo gara Mister Maresca ha commentato il risultato della propria squadra in conferenza stampa: “Partita difficile – dice – recuperare dopo aver subito un gol non è mai semplice. Le squadre hanno fatto il loro gioco, la Reggina è a pochi punti dai playoff. La classifica bisogna vederla a metà stagione. Nota positiva per Franco Vazquez, incisivo per il gol che ha accorciato per il distanze del Parma”.

Per gli amaranto, soddisfatto del risultato Mister Aglietti: “Grande prestazione da parte della squadra, dopo aver sbagliato dei gol in alcune occasioni c’è il rischio della beffa. Il Parma ha giocato bene, la squadra ha cercato di limitarlo, dove potevano fare male.
Tante occasioni nel primo tempo; era importante il sostegno dei tifosi. Abbiamo fatto bene nel primo spezzone di partita. Abbiamo fatto quello che avevamo provato in allenamento. La somma di questi fattori, ci ha portato alla vittoria. Le occasioni si devono creare cercando di segnare più goals – continua l’allenatore dei padroni di casa – Volevo che i ragazzi facessero girare la palla, dopo che il Parma ha alzato un po’ il baricentro
La squadra ha avuto dei buoni ritmi, il campionato mai come quest’anno è difficile”.

Prossimo impegno per i ragazzi di Mister Aglietti giovedì prossimo nel turno infrasettimanale contro il Perugia.

CONDIVIDI