Reggina , il punto sulle ultime trattative di mercato

197

La Reggina del presidente Gallo, continua ad essere attiva sul mercato, sia in entrata che in uscita. Il diesse Massimo Taibi, ha praticamente raggiunto l’accordo per due importanti innesti che a breve dovrebbero essere ufficializzate dalla società di Via Osanna. Si tratta dell’attaccante Nikola Vasic e dell’esterno sinistro Gianluca Di Chiara.

Per quanto riguarda Vasic, prima punta classe ’91, rappresenta una vera e propria scommessa, nonostante i suoi 29 anni. Giocatore dal fisico imponente, grazie ai suoi 193 cm che gli consentono di essere forte nel gioco aereo. In questi anni si è fatto notare a suon di goal con la maglia dell’Akropolis, squadra che milita nella Serie B svedese. Un colpo a sorpresa da parte degli amaranto, decisi a puntare su questo attaccante svedese  per rafforzare il proprio reparto avanzato.

Meno sorprendente invece l’arrivo dal Perugia dell’esterno sinistro palermitano, il quale era un obiettivo dichiarato dalla Reggina in questa sessione di mercato. Come confermato anche dal suo entourage, la trattativa è ormai praticamente chiusa, con Di Chiara pronto ad approdare alla corte di mister Toscano con la formula del prestito biennale.

Vicino anche l’arrivo dell’esperto difensore, Thiago Cionek, svincolato dalla Spal e seguito da diverse settimane dalla Reggina. Trattativa vicina alla chiusura, per un rinforzo in grado di garantire grande affidabilità alla retroguardia amaranto. Restando a parlare del pacchetto arretrato, gli amaranto valutano anche il giovane Andrew Gravillon, giocatore di proprietà dell’inter, che però piace anche al Genoa.

In uscita, ufficializzate le cessioni a titolo definitivo di Edoardo Blondett, Abdou Doumbia e Matti Lund Nielsen, rispettivamente ad Alessandria, Carrarese e Pro Vercelli. Vicino ai saluti anche Paolo Marchi, il difensore ex Feralpi Salò piace a Catania e Ravenna.

A pochi giorni dal debutto in campionato, la società lavora intensamente per completare l’organico, in modo da consentire al tecnico Domenico Toscano di poter lavorare al meglio e avere più alternative a disposizione, soprattutto per affrontare una stagione che si preannuncia difficile ma allo stesso tempo affascinante.