Reggina, prende forma l’attacco: dentro anche Gabriele Gori

50

Reggina 1914 comunica di avere acquisito a titolo temporaneo il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Gabriele Gori, proveniente dall’ACF Fiorentina.” Eccolo il classico comunicato stampa per l’ufficialità del nuovo calciatore amaranto. La dirigenza sta proseguendo spedita le grandi manovre di costruzione della squadra e, dopo aver profondamente rinforzato porta, difesa e centrocampo, le principali attenzioni sono adesso tutte focalizzate sull’attacco con due arrivi in poche ore.

Già accolto el Ropero Santander, oggi è la volta di Gabriele Gori, che si va ad inserire in uno dei due parametri scelti dalla Reggina per rinforzarsi: linea verde, oltre che giocatori d’esperienza. Con il classe 1999 di Firenze, gli amaranto si portano a causa uno dei giovani più desiderati del calciomercato di Serie B e tra le promesse con un roseo futuro davanti a lui. Di piede mancino, punta molto sulla fisicità dall’alto dei sui 187 centimetri, è un rigorista, non disdegna la fase difensiva a supporto dei compagni, oltre a sapersi abbassare sulla linea dei centrocampisti e far salire la squadra. Non gli manca nemmeno l’istinto sotto porta, così come un tiro da fuori di ottima potenza. Un attaccante moderno, insomma, davvero molto interessante.

La carriera di Gori si sviluppa in casa per quanto concerne le giovanili. La squadra della sua città, la Fiorentina, lo vede crescere e svilupparsi da giocatore per tutto il vivaio. 60 presenze, 34 gol e 10 assist nella Primavera viola lo portando tranquillamente nel calcio dei grandi, non però in prima squadra all’Artemio Franchi. Parte la girandola dei prestiti nel 2018 in B al Foggia. Poche presenze, qualche gol sporadico e altro giro l’anno dopo all’Arezzo in C. Le annate più rilevanti, però, sono le ultime due. Di ritorno in cadetteria gioca prima al Vicenza (28 presenze e 4 gol) e l’ultima al Cosenza con 18 partite e 5 reti. Al rendimento con i club, va aggiunto un buon percorso anche in Nazionale. In particolare, ha preso parte al Mondiale under 20 del 2019, giocando una gara del girone e la finale 3/4 posto con l’Italia del ct Nicolato sconfitta ai supplementari. Numeri buoni ma non eccezionali, eppure a Gori sono bastati per mettere in mostra l’enorme talento che si ritrova. Alla Reggina, adesso, ci sarà da fare a sportellate con Santander e non solo per una maglia da titolare, ma gli amaranto hanno messo a segno un grande innesto e certamente non se ne pentiranno.

 

CONDIVIDI