Reggina- Salernitana 0-0: un punto incoraggiante per il cammino degli amaranto

45

Il posticipo del Granillo tra Reggina e Salernitana, chiude ufficialmente questa ventesima giornata del campionato di Serie B. Le due squadre, sono costrette a doversi dividere la posta in palio a reti inviolate, in un Granillo deserto che avrebbe meritato la giusta cornice di pubblico, soprattutto per assistere allo spettacolo delle due tifoserie, unite da uno storico gemellaggio. Questa sera si sono trovate di fronte due formazioni che lottano per obiettivi opposti, ma accomunate dalla voglia di vincere. Alla fine ne è venuto fuori un pareggio che non ha di certo annoiato nessuno, visti i buoni ritmi con cui Reggina e Salernitana si sono date battaglia.

Gli amaranto sono scesi in campo con i neo arrivati, Crimi, Edera e Montalto, i quali si sono ben comportati. Nel primo tempo, i ragazzi di Baroni, hanno messo sotto la Salernitana, senza però riuscire a trovare la giocata vincente. Nei minuti iniziali della ripresa, la squadra di Castori sciupa l’occasione di andare in vantaggio dagli undici metri con Djuric, ipnotizzato dal bravo Nicolas. Successivamente il direttore di gara Abbisso, autore di un arbitraggio per lo meno discutibile, non concede alla Reggina un fallo da rigore netto, causato da Bogdan ai danni di Montalto, trattenuto dalla maglia dal difensore croato.

Negli ultimi dieci minuti, Baroni prova a vincere la gara inserendo Denis, Bellomo e Micovschi, ma il risultato non cambia. Bene la prestazione di Menez, specie nel primo tempo, dove è andato vicino al goal e fornito importanti suggerimenti per i compagni. Alla fine la Reggina deve accontentarsi di questo punto, che lascia comunque ben sperare per il prosieguo della stagione. La squadra ha evidenziato dei segnali più che incoraggianti, tanto da far pensare che in queste posizioni non la vedremo ancora per molto. L’obiettivo degli amaranto, dovrà essere quello di continuare a lavorare bene ed essere consapevoli della propria forza, perché questo campionato può ancora regalare importanti soddisfazioni a Baroni e ai suoi ragazzi.