Verso Ternana-Reggina, statistiche e probabile formazione amaranto

80

Archiviato il fantastico esordio in campionato, la Reggina è pronta al secondo appuntamento della Serie B. L’1-3 contro la Spal è ormai storia, adesso gli amaranto cercano continuità e per mettere in classifica altri tre punti si dovrà superare l’ostica prova Ternana.

Domenica alle 20:45 sarà il Libero Liberati a far da teatro allo scontro tra gli uomini di Inzaghi e quelli di Cristiano Lucarelli. Un match, che l’allenatore della Reggina ha così inquadrato in conferenza stampa: “Dovremmo fare molta attenzione, la partita è molto difficile contro una squadra davvero forte. Si tratta di una delle sfide più complicate della Serie B. Serve una prestazione sopra il nostro 100% altrimenti faremo una brutta fine. Se una rosa ha Pettinari, Donnarumma e Partipilo e forse giocheranno Falletti e Favilli, ti fa capire quanto sia un gruppo importante e ben allenato. Si possono giocare qualcosa di importante.”

L’avversario

Elogi di Inzaghi a parte, sulla Ternana sta piovendo sul bagnato. Dopo aver perso all’esordio fuori casa 2-1 contro l’Ascoli, mister Lucarelli ha perso per infortunio le due punte di diamante in avanti: Donnarumma e Pettinari. Assenze che mettono in difficoltà i rossoverdi, anche se dal canto loro dispongono di ottime alternative come i già citati dal tecnico amaranto Falletti e Favilli. Insomma, avvio claudicante ma voglia di riscattarsi altissima. Bisogna, dunque, stare in guardia quando davanti si ha una squadra oggettivamente forte in ogni reparto, ma vogliosa di dimostrare il suo valore dopo una serie di episodi sfortunati.

Mercato estivo abbastanza corposo della Ternana. Salita in B dopo la splendida vittoria del campionato di C due annate fa, le fere hanno prima conquistato un decimo posto al ritorno in cadetteria e adesso alzato l’asticella degli obiettivi. Con acquisti del calibro di Falletti, Donnarumma, Mamadou Coulibaly, Di Tacchio e Favilli la possibilità di togliersi numerose soddisfazioni è alta per la compagine umbra.

Statistiche di Ternana-Reggina

 Partita giocata numerose volte quella tra Ternana e Reggina, per un totale di 33 sfide tra Serie B, C e Coppa Italia. Fere in vantaggio con 11 vittorie a 6. Segno X uscito più volte (16). L’ultima sfida giocata al Liberati, nella scorsa stagione, ha sorriso ai rossoverdi vittoriosi 2-0. Per trovare un’affermazione amaranto in terra umbra bisogna tornare indietro di addirittura 53 anni. Era la B del 1969, quando alla penultima giornata i calabresi ottennero uno 0-1 finale.

Sperando di trovare una vittoria che, in un certo senso sarebbe epocale e rispolvererebbe le pagine di storia della sfida, la Reggina può consolarsi con l’ultima vittoria generale contro la Ternana arrivata nella passata stagione al Granillo. Un 3-2 combattuto arrivato proprio alla seconda giornata di campionato, come quest’anno. Galabinov, Menez e Rivas decisero la sfida. Temi che, chissà, potranno ripetersi domani sera.

Convocati e probabile formazione amaranto

Terminato l’allenamento della vigilia, mister Inzaghi ha diramato la seguente lista di convocati:

Portieri: Colombi, Ravaglia.

Difensori: Camporese, Cionek, Di Chiara, Dutu, Gagliolo, Giraudo, Liotti, Loiacono, Pierozzi.

Centrocampisti: Agostinelli, Crisetig, Fabbian, Lombardi, Majer.

Attaccanti: Canotto, Cicerelli, Gori, Ménez, Ricci, Rivas, Santander.

La Reggina approccia con maggiori soluzioni la sfida di Terni. Majer ha scontato la squalifica. Camporese ci sarà, dopo aver recuperato dal piccolo problema fisico di Genova. Più possibilità, dunque per Pippo Inzaghi.

La porta sarà difesa da Colombi. Davanti all’estremo difensore è aperto il ballottaggio Di Chiara-Giraudo. Il nuovo arrivato, o meglio ritornato, scalpita e non esiterà a prendersi presto il posto da titolare, ma la concorrenza resta agguerrita. Sulla destra, invece, Pierozzi viaggia verso la riconferma. Non si tocca Gagliolo in mezzo, a cui potrebbe essergli affiancato il rientrante Camporese e non Cionek.

Il centrocampo spinge ovviamente su Crisetig. Majer si prepara ad esordire in Serie B con la Reggina. Il restante ruolo da mezzala lascia aperto un ballottaggio Liotti-Fabbian, con Lollo fuori dai convocati. Ad Inzaghi continua ad intrigare l’ex Cosenza che potrebbe nuovamente partire titolare. Ancora assente Obi per infortunio.

L’attacco, così come il resto dei reparti, non è esente da dubbi. Rivas è risultato il migliore in campo contro la Spal, dunque appare intoccabile. Canotto, da subentrato, ha fatto decisamente meglio di Ricci sempre a Ferrara e i due potrebbero darsi in cambio nell’11 titolare. In mezzo Santander cresce in allenamento e potrebbe finalmente esordire in amaranto magari a partita in corso. Occhio, quindi, al ballottaggio tra il rinvigorito Menez e lo scalpitante Gori per un posto dal 1’.

La probabile formazione della Reggina (4-3-3): Colombi; Pierozzi, Camporese, Gagliolo, Di Chiara; Majer, Crisetig, Liotti; Canotto, Menez, Rivas.

CONDIVIDI