Reggina beffata a Bari, arriva solo un pareggio

53

Reggina beffata a Bari. Un’ora di netta superiorità sotto ogni punto di vista prima di una svista arbitrale che, pochi secondi dopo, ha portato al pareggio dei pugliesi. Resta comunque l’imbattibilità ma anche l’amarezza per un’impresa sfiorata.

Toscano conferma Corazza e Reginaldo in attacco, affidandosi sugli esterni a Rolando e Rubin e schierando in mezzo al campo Sounas, De Rose e Bianchi. Dall’altro lato una sola sorpresa, nel riscaldamento, operata da Cornacchini che deve rinunciare a Schiavone e inserire al suo posto il quasi omonimo Scavone.

Buona partenza della Reggina che gioca con personalità e senza timori. E alla prima occasione utile passa: al 8′ angolo dalla destra, il pallone carambola su Corazza che sul secondo palo, tutto solo, insacca alle spalle di Frattali. Il Bari è in difficoltà e si fa vedere dalle parti di Guarna solo al 19′ con un tiro, debole, di Antenucci, dopo un ottimo assolo di Awua. Gli amaranto mantengono il pallino del gioco in mano grazie anche a rapide giocate in mezzo al campo, con il Bari in evidente difficoltà a fare gioco. Su un cross di Sounas dalla sinistra per poco non arriva il raddoppio. Si va così negli spogliatoi con gli ospiti avanti di una rete.

Inizia la ripresa e il Bari si dimostra subito aggressivo. Ci prova subito Antenucci ma il suo tiro, debole, si spegne tra le braccia di Guarna. Cornacchini cambia gettando nella mischia D’Ursi e Floriano per Scavone e Ferrari, Toscano risponde con Bresciani e Bellomo (accolto dagli applausi del suo ex pubblico) al posto di Rubin e Sounas ma il gioco si svolge prevalentemente a centrocampo, con le squadre che puntano soprattutto sulla velocità delle ripartenze. Tuttavia al quarto d’ora i pugliesi agguantano la parità su un calcio d’angolo contestatissimo per via di un netto fallo su Guarna: pallone in mezzo all’area e Sabbione insacca.

La rete subita innervosisce gli amaranto e fa invece l’effetto opposto sul Bari che prova così a completare la rimonta. Toscano si gioca le carte Doumbia e Garufo per Reginaldo e Rolando. Si lotta sempre in mezzo al campo, con grande intensità, ma le occasioni da rete latitano. Hamlili e Corsinelli per Bianco e Costa sono le ultime carte di Cornacchini. Ci prova, per la Reggina, Bellomo, ma il suo bolide da fuori è ben respinto da Frattali. Finisce così 1 a 1.

BARI-REGGINA 1-1

Marcatori: 7′ Corazza (R), 63′ Sabbione (B)

Bari (3-5-2): Frattali; Sabbione, Di Cesare, Perrotta; Kupisz (73′ Berra), Awua, Bianco (81′ Hamlili), Scavone (54′ Floriano), Costa (81′ Corsinelli); Antenucci, Ferrari (54′ D’Ursi). A disposizione: Marfella, Esposito, Simeri, Neglia, Schiavone, Cascione, Terrani. Allenatore: Cornacchini.

Reggina (3-5-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Rolando (69′ Garufo), Bianchi, De Rose, Sounas (58′ Bellomo), Rubin (58′ Bresciani); Corazza (88′ Paolucci), Reginaldo (69′ Doumbia). A disposizione: Farroni, Lofaro, Blondett, Marchi, Rivas, Salandria. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Luca Zufferli di Udine (Giuseppe Di Giacinto di Teramo e Giulio Basile di Chieti).

Note – Spettatori 15507, di cui 413 ospiti. Ammoniti: Di Cesare (B), Rubin (R), De Rose (R), Reginaldo (R), Perrotta (B), Bertoncini (R). Calci d’angolo: 3-6. Recupero: 0’pt; 5’st.

CONDIVIDI