Reggina, tutta l’ambizione del nuovo patron Gallo

125

Il neo presidente della Reggina Luca Gallo si è presentato alla stampa, nella splendida cornice dell’Altafiumara Resort. Il nuovo numero uno amaranto ha raccontato la sua storia professionale e le motivazioni che lo hanno portato a rilevare la società rispondendo alle domande dei giornalisti presenti, toccando vari punti.

Dallo stadio al centro sportivo Sant’Agata, passando per il marchio della società e per la volontà di dare una struttura societaria alla Reggina. Ha spaziato un pò su tutto Gallo in questa prima uscita nel corso della quale ha dimostrato grande attaccamento ai colori amaranto e la voglia di riportare la Reggina dove merita.

La Lega Pro è una categoria che va stretta” ha dichiarato Gallo che finora ha cercato di dimostrare il proprio impegno con tanti fatti e poche chiacchiere. La rivoluzione amaranto è partita dalla struttura societaria, impostata sul modello delle aziende del neo presidente, puntando anche sul marketing e sulla comunicazione.

Dopo esser riuscito a riportare la prima squadra al Sant’Agata, l’imprenditore di origini calabresi ha affermato che anche il settore giovanile tornerà li dove sono stati sfornati giocatori che hanno dato tanto alla causa amaranto e che si sono contraddistinti in serie A, come i vari Mesto, Viola, Missiroli, Ceravolo e Cirillo tanto per citarde qualcuno.

Dopo aver messo a segno quattro colpi importanti per la categoria come Strambelli, De Falco, Bellomo e Doumbia, Gallo cercherà insieme al ds Massimo Taibi di portare a Reggio nuovi innesti già da quest’anno per tentare la scalata verso la Serie B. E poi verso traguardi che al momento appartengono solo ai ricordi. Ma che si spera potranno tornare in voga anche in futuro.

CONDIVIDI