Il Cittanova passa il turno di Coppa ai rigori

58
All’esordio ufficiale della stagione agonistica 2021-2022 il Cittanova di mister Francesco Di Gaetano supera il Città di S Agata ai calci di rigore  accedendo al turno successivo dove affronterà il Rende anch’esso vittorioso nell’affascinante sfida dagli undici metri.
All’ingresso in campo numerosi giovani schierati da entrambi gli allenatori, mister Domenico Giampà si affida agli esperti Calafiore, Cipolla e Cicirello, di fronte al 3-5-2 ospite delineato con Cianci, Ferrante e Formia sulla difensiva, incursioni laterali con Gaudio e Losasso, Corso Fuschi e Biondo in mediana a ridosso delle due punte Bonanno e Maggio.
Dopo un avvio saporifero con le squadre in fase di studio gli ospiti ci provano con Tommaso Bonanno su calcio piazzato la cui sfera termina alta sopra la traversa.
Un Cittanova che dai primissimi minuti cerca di difendersi con ordine provando ad incidere con le ripartenze: al 18′ Formia lancia Biondo, atterramento in area di rigore, per il direttore di gara non ci sono dubbi calcio di rigore finalizzato da Bonanno.
Forti del vantaggio i giallorossi pianigiani amministrano bene la gara, sul finire della prima frazione di gioco sfiorano il raddoppio con Gaudio dal limite dell’area.
Nella seconda frazione  di gioco i locali provano a raddrizzare la gara; incursione sulla fascia di Siracusa senza riuscire a convergere  al centro. Risponde il Cittanova con Maggio che a tu per tu con Cannizzaro centra la base del montante. Primo cambio per mister De Gaetano; dopo appena  dieci minuti  De Marco al posto di Fuschi: al 18′ buon disimpegno di Maggio che ruba palla a Gallo, palla in mezzo per Biondo anticipato dalla retroguardia locale.
Girandola di sostituzioni: Lo Sasso fà spazio a Pane mentre  mister Giampà butta nella mischia Fava, Brugaletta Catalano e Faella, proprio quest’ultimo al 21′ dopo un lungo rinvio di Cannizzaro supera in corsa la difesa ospite e a tu per tu con Bruno riporta il match in parità.
Appena 240″ ancora un cambio per il S Agata fuori Alagna dentro Iannia , poi l’episodio che può cambiare l’inerzia della gara: Ferrante viene sanzionato con il secondo giallo  ospiti in dieci e S Agata alla ricerca del goal vittoria .
In inferiorità numerica Di Gaetano prova a ridisegnare tatticamente i suoi usufruendo di altri due cambi Petrucci e Bukva per Maggio e Gaudio ma al’ 35′ è Bruno in uscita a chiudere lo specchio della porta a Nuzzo ben servito da Favo.
Tre minuti più tardi corner per i ragazzi del Presidente Guerrisi, Bonanno calcia in mezzo e Cianci di testa manda di poco a lato. Forcing finale nei minuti di recupero occasionissima per il S Agata, ma per decretare la formazione che accederà al turno successivo saranno decisivi i calci di rigore. Dagli undici metri due errori per i siciliani uno per i calabresi che avanzano nella competizione.
S AGATA -CITTANOVA 1-1  ( 4-5 d.c.r)
S AGATA : Cannizzaro, Gallo, Brugnano, Sannia, Siracusa (59′ Brugaletta), Calafiore, Nenia (59′ Catalano), Cipolla (59′ Favo), Nuzzo, Cicirello (59′ Faella), Alagna (67′ Iania). A disp.: Faraone, Pollina, Giuliano, Lanza. All.  Giampà.

CITTANOVA: Bruno, Ferrante, Cianci, Formia, Corso, Fuschi (55′ De Marco), Biondo, Gaudio (75′ Bukvadin), Maggio (75′ Petrucci), Lo Sasso (60′ Pane), Bonanno. A disp.: Peretti, Ficara, Condomitti, Meola, Giorgiò. All. Di Gaetano.
MARCATORI: 19′ Bonanno, 65′ Faella.
ARBITRO: Fabrizio Ramondino ( Barbanera- Citarda)
NOTE: Ammoniti: Calafiore (S A) Cianci (C). Espulso Ferrante (C) somma di ammonizioni.
Angoli 3-4. Recupero 1′ pt 4′ st.

Sequenza rigori: Brugaletta (fuori) De Marco (goal) Catalano (goal) Bukva (goal) Calafiore (parato) Pane (parato) Favo (goal) Biondo (goal) Faella (gol) Bonanno (goal).

Ecco il pensiero dei due tecnici nel post gara:
Sensazioni positive in sala stampa per i due tecnici così mister Di Gaetano: “Per tanti aspetti sono soddisfatto sull’andamento della gara, siamo una compagine giovane alla terza settimana di allenamento , si intravede qualcosa del lavoro svolto durante la settimana , continueremo su questa strada , in vista dell’inizio di campionato senza tralasciare l’obiettivo principale che ci siamo posti ovvero la permanenza nella categoria”. 

Sulla stessa fisionomia mister Giampà: “Anche con una sconfitta ai calci di rigore non fa piacere uscire dalla competizione, ma fà parte del percorso , dobbiamo continuare a lavorare con spirito di sacrificio cercando di non commettere gli errori fatti oggi, ma tutto sommato sono soddisfatto dell’approccio alla gara”.