La Palmese batte l’Acireale e si congeda tra gli applausi

343

Dopo la salvezza nel play out contro il Marsala nel 2015-16, il sesto posto nel 2016-17 e la salvezza nel play out contro l’Ercolanese nel 2017-18, oggi, domenica 5 maggio, per la Palmese è andato in archivio il quarto campionato consecutivo di Serie D la cui salvezza è giunta con due giornate d’anticipo.

Un torneo iniziato tra mille difficoltà che, domenica dopo domenica, ha visto Ivan Franceschini plasmare una squadra che ha stupito tutti. Il 3-0 inferto al Messina, il doppio successo contro il Marsala, lo 0-0 casalingo con il Bari e l’1-0 alla Turris, che ne ha sancito la matematica salvezza, sono state le perle di una stagione da etichettare come miracolo sportivo. Nella gara contro l’Acireale, che ha chiuso un’annata indimenticabile, la Palmese vince con un classico 2-0 grazie alle reti di Saba, su assist di Ouattara, e Mistretta il cui colpo di testa non lascia scampo ad Amella.

Vittoria che permette ai ragazzi di Franceschini di concludere il campionato immediatamente a ridosso della zona play off con un bilancio di 47 punti frutto di 11 vittorie, 14 pareggi e 9 sconfitte. Questo l’undici neroverde sceso in campo nell’ultima stagionale al Giuseppe Lopresti: Barbieri, Lavilla, Gambi, Cinquegrana, Bruno, Brunetti, Calivà, Lucchese, Ouattara, Colica, Saba.