La Vibonese vince a Palmi, mentre l’Isola Capo Rizzuto saluta la Serie D

42

La trentesima giornata del campionato di SERIE D, preceduta dal recupero di mercoledì scorso tra Messina e Palazzolo conclusosi con un netto 3-1 a favore dei peloritani, conferma la corsa a tre fra la Vibonese, la Nocerina e il Troina.

I rossoblù di Orlandi si impongono con il piglio della grande contro una Palmese tutt’altro che arrendevole battuta 1-3, anche se a spianarle la strada del momentaneo 0-1, firmato Allegretti, è stato un grossolano errore di Galullo. La Nocerina regola 1-0 l’Acireale con una punizione al fulmicotone dell’esterno casertano Alvino che, infilandosi nel sette, supera l’incolpevole Barbieri. Il Troina, invece, che sulla carta aveva l’impegno più agevole, deve ringraziare un calcio di rigore siglato da Vazquez che le permette di imporsi in terra crotonese condannando alla matematica retrocessione l’Isola Capo Rizzuto.

La sfida per gli ultimi due posti disponibili in chiave play off, tra l’Igea Virtus e l’Ercolanese, si risolve a favore dei granata grazie a un calcio di rigore di Poziello, che agganciano, così, i siciliani ma, in virtù dello svantaggio negli scontri diretti, sono quinti. Entrambe, però, sono in una botte di ferro infatti la più immediata inseguitrice, il Gela, che espugnando Palazzolo inguaia sempre di più i siracusani incapaci di centrare un successo esattamente dalla trasferta in terra gelese del 19 novembre scorso, dista ben otto lunghezze.

Tra Portici e Cittanovese ne vien fuori uno 0-0 che fa comodo a entrambe, a reti bianche si conclude anche la sfida tra l’Ebolitana e il Messina, mentre il Roccella, per merito della rete di Faella giunta in piena zona cesarini, acciuffa un prezioso 1-1 al Valentino Mazzola contro la Sancataldese. Ennesima sconfitta, infine, per il Paceco che, dopo essere andato al riposo in vantaggio per la rete messa a segno da Iuculano, si sgretola nella ripresa subendo la rimonta della Gelbison che le impone l’1-3.