La vigilia di Palmese-Locri

118

La sedicesima giornata del campionato di Serie D girone I, in programma domenica 16 dicembre, vedrà la Palmese affrontare al Giuseppe Lopresti il Locri.

Pur avendo dalla loro 37 partecipazioni al massimo campionato dilettantistico (22 la Palmese e 15 il Locri), sono oltre cinquant’anni che le due compagini non incrociano i loro colori in un torneo a carattere nazionale. Era, infatti, la domenica del 30 ottobre 1965 e, quella che sarebbe stata la prima e unica sfida giocatasi a Palmi in un campionato non regionale, si concluse con un classico 2-0 a favore della Palmese di Dante Lacorata per merito delle reti di Savoia, su calcio di rigore (nella foto, in bianco e nero, un fermo immagine del prolifico attaccante neroverde), e Apa. Campionato che, per la cronaca, si sarebbe concluso con la retrocessione di entrambe e del Caltagirone, che perse lo spareggio contro la Folgore, mentre a spiccare il salto in Serie C fu la fortissima Massiminiana, insidiata fino all’ultimo dal Paternò e dall’Internapoli, trascinata dall’esperto Prenna, prelevato dal Napoli, e da un giovanissimo Anastasi che cominciava a muovere i suoi primi passi di una radiosa carriera che, dopo il positivo biennio con il Varese, ne avrebbe sancito la sua definitiva consacrazione alla corte della Juventus.

L’attesa sfida tra l’undici di Franceschini e quello di Pellicori (con l’ex tecnico neroverde subentrato a Scorrano nelle ultimissime ore), vedrà affrontarsi due squadre che, reduci da un deludente mercoledì nel quale si sono arrese a Turris e Città di Messina, saranno smaniose di rifarsi in un Giuseppe Lopresti che si preannuncia con una numerosa cornice di pubblico.

Ad arbitrare l’incontro sarà Scarpa di Collegno (nella foto), al suo decimo gettone stagionale, dopo aver ben diretto, mercoledì scorso, la sfida del girone A tra il Sestri Levante e il Lecco, coadiuvato dai guardalinee Palla e Fusari di Catania.

CONDIVIDI