La vigilia di Palmese-Palermo

167

La 12a giornata del campionato di Serie D girone I 2019-20, in programma domenica 17 novembre, vedrà la Palmese affrontare al Giuseppe Lopresti il Palermola cui omonima città (fondata dai Fenici tra il VII e il VI secolo a.C. che ha nel Monte Pellegrino uno dei suoi simboli) è la quinta in Italia per numero di abitanti.

La sfida contro il Palermo a Palmi, ad eccezione dell’unico precedente contro il Palermo B risalente al Campionato di Prima Divisione 1933-34 quando ad avere la meglio fu la Palmese [era il 24 settembre 1933 e i neroverdi vinsero 2-0 con una doppietta di Marucci… migliori in campo per la Palmese Bonacciosi per il Palermo De Rosalia (nella foto il centrocampista dei rosanero classe 1914 che l’11 giugno 1933 esordì in Serie A in un Palermo – Fiorentina che arrise ai gigliati)], rappresenta una novità mai, infatti, le due squadre hanno incrociato i loro destini. Per la cronaca nel 1933-34 la prima squadra del Palermo, guidata dall’ungherese Gyula Feldmann (che fece registrare qualche presenza di alcuni calciatori del Palermo B… De Rosalia, Ingrassia, Lopez e Panetta) , prese parte, per il secondo anno consecutico, alla Serie A classificandosi 12a. Nel corso della stagione, oltre la vittoria sul Milan e il pareggio contro l’Ambrosiana Inter, il risultato più prestigioso lo colse nel febbraio 1934 a Torino contro la Juventus di Carlo Carcano pluricampione d’Italia che, grazie alla rete di Faotto nel finale, venne bloccata sull’1-1. Il “Calcio Illustrato” celebrò l’impresa del Palermo in prima pagina.

Neroverdi e rosanero, reduci da un cammino che li ha portati a essere ultimi e primi della classe (Palmese che, dopo la sconfitta contro il Marina di Ragusa, ha abdicato per l’ottava volta, siciliani di Rosario Pergolizzi che, dopo aver fatto bottino pieno nelle prime dieci partite, vincendo senza convincere contro Biancavilla e Nola, hanno invece conosciuto la prima sconfitta contro il Savoia impostosi al Renzo Barbera con una rete di Diakite), si confronteranno in una sfida sulla carta impari (come affermato dallo stesso Venuto sono almeno due le categorie di differenza con i siciliani) ma, come il calcio insegna, anche Davide può battere Golia.

Per quanto riguarda gli indisponibili, in casa neroverde non saranno della partita gli squalificati Cinquegrana e Della Guardia; tra i rosanero, oltre allo squalificato Ficarrotta, mancheranno il difensore albanese classe 2000 Doda (convocato per la prima volta dalla nazionale albanese under 20 che sabato affronterà in amichevole i pari età della Croazia), e gli infortunati Corsino, Mendola e Sforzini

Il Palermo, trovatosi in Serie D per la prima volta nella sua storia ultracentenaria a causa delle inadempienze finanziarie della scorsa stagione quando militava tra i cadetti, rilevato la scorsa estate dagli imprenditori palermitani della Hera Hora S.r.l. Dario Mirri e Antonio di Piazza, ha dalla sua una rosa di primissimo valore. Di seguito i calciatori rosanero con evidenziate le squadre della massima serie e di quella cadetta nelle quali hanno militato… [portieri: 1-Pelagotti (Empoli, Brescia), 12-Corallo, 22-Fallani; difensori: 3-Bechini, 4-Accardi (Palermo, Trapani), 15-Marong, 19-Lancini (Brescia, Novara), 23-Doda, 24-Crivello (Frosinone, Spezia), 27-Vaccaro, 54-Peretti; centrocampisti: 5-Ambro, 6-Martinelli (Modena, Brescia), 7-Corsino, 8-Martin (Monaco, Losanna, Sandness, Lillestrom, Hearts), 10-Pinna, 20-Mendola, 26-Mauri (Olimpo, Ferro Carril Oeste, Gimnasia y Tiro, Belgrano Santa Rosa, Tiro Federal, Milan), 33-Langella, 73-Kraja; attaccanti: 9-Ricciardo, 11-Santana (Venezia, Palermo, Chievo, Fiorentina, Napoli, Cesena, Torino, Genoa, Olhanense, Frosinone), 14-Ficarrotta, 17-Ferrante, 21-Lucera, 32-Sforzini (Verona, Modena, Vicenza, Ravenna, Grosseto, Avellino, Bari, Cluj, Pescara, Latina, Virtus Entella), 75-Felici (Lecce)]. L’attaccante classe ’81 Mario Alberto Santana, autentico fiore all’occhiello dei rosanero che, scendendo in campo a Palmi, taglierà il traguardo delle 100 presenze in campionato con i siciliani, ha, inoltre, giocato nella Coppa Mercosur e nella Coppa Libertadores, con il San Lorenzo, nella Coppa U.E.F.A., con lo stesso Palermo (andando in rete contro l’Anorthosis), e la Fiorentina, e nella Champions League con la Fiorentina (segnando la rete decisiva della vittoria dei gigliati contro il Debrecen) e il Napoli. Ha inoltre vestito, in sette occasioni, la casacca della nazionale argentina, esordendo nella vincente amichevole contro il Giappone del 18 agosto 2004 siglando una rete, mentre la gara d’addio l’ha disputata il 9 ottobre 2005 contro il Perù battuto dall’albiceleste 2-0, al Monumental di Buenos Aires, in un match valido per le qualificazioni al Mondiale di Germania.

Ad arbitrare l’attesissimo incontro tra Palmese e Palermo sarà Sicurello di Seregno (nella foto), alla sua seconda direzione stagionale nel girone I (ha, infatti, già diretto la sfida tra Savoia e Marsala conclusasi con la vittoria degli oplontini), coadiuvato dai guardalinee Torraca e Della Monica di La Spezia.

CONDIVIDI