Palmese il miracolo è compiuto, 1-0 alla Turris e salvezza centrata

237

In un Giuseppe Lopresti, dove si respirava l’aria delle imminenti festività pasquali, nel terzo e ultimo turno infrasettimanale della stagione Palmese e Turris si sono affrontate in una sfida che, conclusasi con la vittoria dei ragazzi di Franceschini, ne ha sentenziato la matematica salvezza.

Primo tempo: Le due squadre appaiono compassate ma è la Turris a fare la partita. A provarci sono Celiento, che calcia a lato, Longo, bel colpo di testa su azione d’angolo, e Addessi che ci prova da fuori con Barbieri pronto alla parata a terra. La Palmese, pur non creando granché sotto porta, si difende, comunque, bene e si va, così, al riposo sul nulla di fatto.

Secondo tempo: La primissima azione è di marca neroverde con Occhiuto che, servito da Ouattara, sfiora il palo. Ci prova Lagnena, appena entrato, ma Barbieri blocca. La svolta della gara arriva al minuto 78 con Ouattara che, dopo aver recuperato palla su Esempio, entra in area di rigore e trafigge Casolare. 1-0 per la Palmese e ottavo sigillo per l’attaccante ivoriano. Nell’ultimo scorcio di gara corallini in dieci (espulso Guarracino per proteste) e neroverdi che potrebbe anche raddoppiare ma va bene così e, dopo cinque minuti di recupero, il triplice fischio finale dell’ottimo Ubaldi di Roma mette fine a una partita che per la Palmese si traduce in una salvezza da etichettare come autentico miracolo sportivo.

CONDIVIDI