Roccella-Città di Sant’Agata 2-2: gli ionici buttano via un’altra occasione

43

Partita più che gradevole, quella vista quest’oggi al Ninetto Muscolo tra Roccella e Città di Sant’Agata. Sfida delicata per entrambe, con il Roccella chiamato ad una prova d’orgoglio mentre la compagine siciliana, guidata dall’ex Giampà, si è presentata in riva allo Ionio alla ricerca di punti salvezza. Chi ha assistito alla gara non si è di certo annoiato, soprattutto per l’intensità e la voglia di vincere che le due squadre hanno messo in campo.

Parte bene il Roccella, aggredendo gli avversari e procurandosi un calcio di rigore, trasformato poi da capitan Coluccio. Il Città di Sant’Agata, reagisce sfiorando più volte il pari, che arriva dal dischetto con il suo capitano, Cicirello. Gli amaranto, poco prima dell’intervallo avrebbero l’occasione di tornare in vantaggio con Samake ma l’attaccante maliano è sempre impreciso.

Nella ripresa è il Roccella a creare maggiori pericoli, fino a trovare il goal che la riporta in vantaggio al minuto 15 con il solito Masawoud, bravo ad insaccare di testa all’interno dell’area. Roccella che non riesce però a chiudere la gara, fallendo clamorosamente il goal del ko definitivo ancora con Samake, il quale sbaglia da posizione favorevole. Tutto questo consente al Città di Sant’Agata di rimanere ancora in partita, infatti non a caso trova il goal del pari nel finale con Alagna, abile nel depositare in rete da pochi passi.

Al fischio finale, le due squadre si dividono la posta in palio, un risultato che non accontenta nessuno. Rammarico per il Roccella che nel giro di pochi giorni ha gettato al vento cinque punti, che paradossalmente avrebbero potuto seppur timidamente riaccendere le loro chance di avvicinarsi alla zona play out. La nota positiva per i ragazzi di Galati è senz’altro la prestazione offerta quest’oggi, utile ad affrontare con dignità e orgoglio le restanti gare.