Serie D girone I 2019-20, 4a giornata. La vigilia di Palmese-Licata

260

La 4a giornata del campionato di Serie D girone I 2019-20, in programma domenica 22 settembre, vedrà la Palmese affrontare al Giuseppe Lopresti il Licata.

Precedenti a Palmi nel massimo campionato dilettantistico nazionale: Promozione 1948-49 Palmese – Licata 1-0; Promozione 1949-50 Palmese – Licata 6-0. (Nella foto un undici della Palmese di fine anni ’40 guidato da Enzo Dolfin).

Neroverdi e gialloblù, reduci da una sconfitta (per la Palmese, quello maturato in terra ennese contro il Troina, è stato il terzo stop consecutivo) e una vittoria (un secco 3-0 dell’undici di Giovanni Campanella ai danni del neopromosso Biancavilla), arrivano alla sfida con un diverso stato d’animo ma, nonostante gli agrigentini attraversino un ottimo periodo (sono già 7 i punti al loro attivo e 3 le reti messe a segno dal loro calciatore più in forma, l’attaccante classe ‘92 Cannavò), sarà l’undici di Dal Torrione (il quale, in una lettera aperta ai tifosi neroverdi, che ha fatto da preludio alla situazione caotica creatasi in seno alla società, ha ribadito che non ha intenzione di scappare accettando le critiche ma non le falsità) che dovrà cercare di fare bottino pieno per invertire il trend negativo di un inizio di stagione da incubo. Oltre a Misale (che sconterà la seconda delle tre giornate di squalifica) non sarà della partita neanche lo squalificato Bruno.

Ripercorrendo la storia degli agrigentini (i cui colori sociali, gialloblù, si rifanno alla bandiera svedese) va ricordato che, circa trent’anni orsono, furono capaci di compiere un incredibile salto di categoria. Dopo aver, infatti, vinto il campionato di Serie C1 (alla pari del Cosenza e della Reggina di Nevio Scala) vennero promossi in Serie B per la prima volta nella loro storia. Nella serie cadetta (dopo il prelibato antipasto in Coppa Italia contro il Milan di Arrigo Sacchi il 21 agosto 1988) vi rimasero due stagioni trascinati dalla vena realizzativa dell’attaccante messinese Francesco La Rosa. Il precursore di quel Licata fu il tecnico boemo Zdeněk Zeman che, dopo aver vinto il campionato di Serie C2 proponendo un calcio offensivo e spettacolare con calciatori per la maggior parte provenienti dal vivaio, nell’anno della storica promozione cedette il posto ad Aldo Cerantola.

Ad arbitrare l’incontro tra Palmese e Licata sarà Molinaroli di Piacenza (nella foto), coadiuvato dai guardalinee Nicosia di Saronno e Pinna di Pinerolo.

 

CONDIVIDI