Vibonese, Nocerina e Troina avanti tutta, bene Palmese e Roccella

46

La trentunesima giornata del campionato di SERIE D non cambia il copione messo in scena nell’ultimo scorcio di stagione e le prime tre della classe: Vibonese, Nocerina e Troina, sono ancora appaiate in testa ma, mentre i molossi liquidano la Cittanovese con un comodo 0-3, per merito della doppietta di Dieme e della rete di  Bartoccini, frutto di una leggerezza dell’estremo guardiano giallorosso D’Aguì, calabresi e siciliani devono ringraziare Silvestri e Fernandez abili, nell’ultimo scorcio di gara, ha realizzare le reti dei preziosissimi successi contro l’Igea Virtus e la Sancataldese.

Gli ultimi due posti disponibili in ottica play off vedono ben salde le posizioni in primis dell’Ercolanese, 1-0 a un Palazzolo, comunque, sfortunato fermato per due volte dai legni, e dell’Igea Virtus anche se la sconfitta dei barcellonesi in terra vibonese vede avvicinarsi il Gela, 2-1 al Portici, adesso a meno cinque.

Al Franco Scoglio si conclude, invece, con un pirotecnico 4-4 la sfida tra il Messina e la Palmese che, dopo aver accarezzato la vittoria, grazie al provvisorio 0-2 firmato da Molinaro e Gagliardi, subisce il veemente ritorno dei giallorossi acciuffando l’insperato pareggio con Vitale (doppietta per il portentoso centrocampista toscano), prima del triplice fischio finale accolto come una autentica liberazione dagli oltre cento sostenitori neroverdi presenti.

Confermando la dura legge del Ninetto Muscolo (sono ben 27 i punti conquistati in casa dagli ionici di Giampà), il Roccella rifila un secco 4-0 all’Ebolitana che le permette si sopravanzare i campani e appaiare la Palmese pur essendo quintultima per lo svantaggio negli scontri diretti. Il Paceco, nel tentativo, quasi disperato, di agganciare il terzultimo posto, impatta 1-1 in quel di Acireale, mentre l’Isola Capo Rizzuto, nonostante il provvisorio vantaggio con Pellizzi, cede 3-1 in terra campana contro la Gelbison.

 

Francesco Lacquaniti