A. Taurianovese, quando i giovani guidano la rinascita

289

Un avvio di stagione che ha stupito un po’ tutti. E’ quello dell’Asisport Taurianovese, che tra Terza Categoria e Under 17 regionale sta facendo incetta di complimenti e, soprattutto risultati. Ma se il settore giovanile è stato sempre su ottimi livelli, la grande curiosità era legata alla prima squadra, rinata dopo un anno di stop dovuto all’addio ai campionati della vecchia Taurianovese.

Una squadra giovanissima ma capace di stupire: netta vittoria contro il Cspr all’esordio, successo contro la più esperta Sangiorgese proprio ieri e ko, di misura ma senza demeritare, contro il Rizziconi, una delle squadre maggiormente attrezzate per la vittoria finale. Ben 7 i 2003 in campo al “Battaglia” dal 1′ domenica: un segnale chiaro e inequivocabile di come si voglia pensare al futuro dando spazio ai tanti ragazzi del settore giovanile. Che, nel frattempo, sta facendo faville: l’Under 17 infatti è in testa al girone D regionale che comprende tante compagini blasonate della provincia, tra cui la Reggiomediterranea con la quale sembra profilarsi un bel duello.

Costante delle due squadre la guida tecnica di Pasqualino Guido, coadiuvato da Peppe Miriello: un lavoro certosino che viene ripagato settimanalmente, sebbene non ci sia l’assillo del risultato ad ogni costo. Tanta applicazione e tanta voglia di voler riportare in alto il nome della città che per anni li ha visti protagonisti come calciatori. Per la dirigenza giallorossa, in parte nuova nel mondo dilettantistico, un presente ricco di soddisfazioni e un futuro che, visto oggi, sembra roseo. Con un’arma in più: il caloroso pubblico del “Battaglia” che contro la Sangiorgese ha sospinto i giallorossi al successo. L’araba fenice, dopo una lunga attesa, sembra finalmente risorta dalle proprie ceneri.

CONDIVIDI