Tra conferme e new entry al via la Terza Categoria

665

Tre conferme e sette matricole. E’ un girone E all’insegna delle novità quello di Terza Categoria che è stato affidato alla Delegazione Distrettuale di Gioia Tauro guidata da Antonio Pisano. Drosi, Nuova Antoniminese e Pro Ferplae sono le “superstiti” dal pre covid 19, mentre si affacciano o riaffacciano tante realtà del panorama calcistico reggino e vibonese. Le due ipponiane Nuova Medimo Oratori e Dasà andranno ad affiancare altre cinque reggine Falchi Maropati, Laureana, Rosarnese, Sant’Elia e Serrata.

Un campionato che, geograficamente, sarà poco impegnativo per la gran parte delle squadre che sono concentrate in una manciata di chilometri. Le due vibonesi infatti sono a ridosso della provincia reggina e, pertanto, le due squadre più distanti risultano essere la Nuova Antoniminese e il Sant’Elia. Squadra, quest’ultima, che da Montebello Jonico dovrà viaggiare per l’intera durata del campionato verso l’entroterra della provincia. Come ogni anno pochi pronostici da fare, considerando che le new entry sono sempre delle incognite ma sono tanti i giocatori di esperienza che scenderanno in campo, specie tra le fila di Laureana e Rosarnese, centri tra i più popolosi del girone e con una tradizione calcistica recente nei campionati regionali.

Nel primo turno il Drosi ospiterà la Nuova Antoniminese per una sfida tra “anziane”. L’altra reduce dagli anni scorsi, la Pro Ferplae, ospiterà i redivivi Falchi Maropati. Esordio casalingo per il Serrata che riceverà i vibonesi del Dasà mentre il Sant’Elia si incamminerà nel primo lungo viaggio della stagione alla volta di San Ferdinando dove verrà ricevuto dalla Rosarnese del tecnico Zungri. Chiude il quadro il match tra Nuovo Medimo Oratori e il Laureana dell’eterno Ocello. Un primo turno che dunque servirà anche per capire chi potranno essere le favorite per il salto di categoria.