Ancora B1… Play-out alla Desi Volley

195

Salvezza raggiunta. Alla fine i conti tornano.
Partita al cardiopalma con la Desi che parte con decisione mettendo subito gara 2 sullo stesso binario di gara 1. La Desi piazza subito un 7 a 0 che tramortisce le ragazze di Ciliberti che tenta, invano, di rimettere in partita la sua squadra. Ma Giometti con l’aiuto delle sue compagne non lascia scampo e continua a martellare da ogni posizione del campo. Il set finisce con un eloquente 25-17 per le ragazze di coach Camiolo.

A questo punto avviene ciò che nessuno dei presenti al palagrotte di Castellana può pensare possa accadere.
La Desi molla la presa, invece che proseguire a comandare il gioco, si rilassa e attende l’avversario. Valentina Civardi e compagne non si lasciano pregare e palla su palla salgono di tono e di autostima. È tutta un’altra partita. La Desi si smarrisce e non riesce più a organizzare un gioco che possa invertire le sorti del set. Coach Camiolo cambia la diagonale palleggio/opposto e manda in campo Cicoria e Fanelli ma la piega del set non cambia. Castellana Grotte agguanta la parità con lo stesso punteggio del primo set perso. 25- 17 a suo favore.

Il terzo set sembra possa prendere un andamento diverso del precedente. Mancuso e compagne si portano avanti e inducono coach Ciliberti a chiamare tempo. Il ritorno in campo vede le pugliesi più convinte e palla su palla agguantano la parità. Si va avanti con continui cambi campo fino a quando Francesca Soleti, entrata precedentemente in campo al posto di una spenta Liguori, decide di spaccare la partita fornendo alla giovane palleggiatrice Pinto un’altra bocca di fuoco su cui contare. Le pugliesi allungano, Micheletto e Vinciguerra alzano un muro toccando tutti gli attacchi delle calabresi. Il set si chiude 25-20 con le padroni di casa che si portano sul 2 a 1.
Terzo set con il morale delle ragazze del presidente De Simone, come sempre al seguito delle sue ragazze, sotto i tacchi. Il calo fisico e mentale è fin troppo evidente. Civardi, Cipriani, Micheletto e soprattutto l’asso nella manica trovato in panchina, Francesca Soleti, martellano da ogni parte. Il set non può avere che un epilogo. Castellana si aggiudica anche il quarto parziale con il punteggio di 25-21 e annulla la gara di andata. Si va al Golden set.

Sarà un set aggiuntivo che deciderà le sorti delle due contendenti, una salvezza all’ultimo respiro.
Coach Ciliberti si trova una squadra motivata che non ha bisogno più di nulla, al contrario, coach Camiolo, deve lavorare sulla mente delle sue atlete infondendo loro fiducia.
Si parte. C’è subito la convinzione che il finale sarà drammatico per una delle due squadre. Castellana piazza subito un break e si porta sul 2 a 0. La gara continua con cambi campo e  le pugliesi sempre avanti di due punti. La tensione è al limite prova ne è gli errori in battuta delle due squadre. Al cambio campo Castellana Grotte è avanti 8-5. Sembra tutto segnato. Mearini accorcia ma Soleti, da posto 4, chiude un attacco con una diagonale stressissima. 9-6. Mancuso accorcia da due con un bel attacco, 9-7. Bellissimo pallonetto di Civardi e 10-7. Isgró accorcia ed è 10-8. Ancora Soleti per l’11-8. Giometti ed è 11-9. Primo tempo di Micheletto lungo, 11-10. Entra La Rosa in battuta per Andeng. Palla su Civardi che non ha una perfetta ricezione con Cipriani costretta a piazzare la palla di precisione ma contenuta da Giometti. Contrattacco di Mancuso difeso bene dalle pugliesi che attaccano da due con una sassata a posto 1 che trova Surace a difendere in maniera prodigiosa una palla già vista a terra, freeball e nuovo attacco in diagonale e ancora Surace ad immolarsi in una difesa che sembra destinata a terra prima e sul tetto dopo. Ciò non avviene per pochi centimetri, palla alzata dal libero Ciancio per Mancuso che sigilla il meraviglioso scambio con un attacco a tutto braccio e agguanta la parità. 11-11. Time out di Ciliberti. La Desi ancora a punto ed effettua il sorpasso con Mearini che annichilisce il pubblico presente, 12-11. Civardi non molla 12-12. Ancora Mancuso, 13-12. Attacco aut di Cipriani e 14-12.

Due set point per decretare la salvezza. Giometti in battuta. Riceve il libero attacca Soleti che viene contenuta. Contrattacco con Surace che alza a posto 4 a Mancuso che, con il braccio caldissimo, sferra un potentissimo e precisissimo lungo linea che mette fine alla contesa e consegna la meritata salvezza alla Desi Volley. È il tripudio in campo Desi e grande delusione in quello pugliese. Onore comunque alle ragazze di coach Ciliberti che non hanno mollato fino all’ultima palla. Onore e merito alle ragazze di mister Camiolo che con cuore, orgoglio e classe hanno portato a casa una strameritata salvezza.
1° set 17-25 Desi
2° set 25-17 Castellana
3° set 25-21 Castellana
4° set 25-20 Castellana
Golden set 12-15 per la DESI VOLLEY
CASTELLANA GROTTE: Cipriani 13, Liguori 4, Vinciguerra 5, Pinto 1, Civardi 20, Micheletto 9, Soleti 14, Pisano L, Recchia L, Equatore ne, Barbone ne, Pavone ne.
All.: Ciliberti
DESI VOLLEY: La Rosa 1, Ciancio L, Mearini 10, Cicoria, Isgró 8, Mancuso 18, Andeng 5, Surace 2, Giometti 24, Fanelli 1. All.: Camiolo/ Celi/ Pirrottina

Sarà ancora B1. Non sappiamo come e dove. Ciò che in questa stagione è accaduto, non per nostra colpa, può scalfire anche chi antepone la passione per questo sport a tutto. Ora godiamoci questi momenti. Nei prossimi giorni si ragionerà con calma e a mente fredda. Nel frattempo rinnoviamo i nostri ringraziamenti alle ragazze che non hanno MAI fatto mancare il loro impegno sacrificandosi, unitamente a tutto lo staff, all’inverosimile. Spostarsi tutti i giorni da Palmi a Polistena prima e Cinquefrondi poi, per allenarsi, non è semplice. Doverlo fare ad orari impossibili – 12:00/14:00 – lo è ancora meno. Grazie di cuore. Ringraziamo anche la Città Metropolitana ed il comune di Palmi, che con la chiusura del pala Surace, a campionato in corso, ci ha fatto scoprire delle persone stupende. Ragazze e ragazzi che oltre a giocare si sono trasformate/i anche in dirigenti capendo le serie difficoltà che il non avere una casa aveva comportato e non paghe di questo, ci hanno anche fatto omaggio di un bellissimo souvenir che è la permanenza in B1.

Ufficio stampa Desi