esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
animiertes-gif-von-online-umwandeln-de (3)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

animiertes-gif-von-online-umwandeln-de (3)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Storie d’altri tempi… il sentitissimo derby tra il Palmi e la Vigor Palmese

2022-01-09 14:15

Francesco Lacquaniti

CALCIO, STORIE DI SPORT,

Storie d’altri tempi… il sentitissimo derby tra il Palmi e la Vigor Palmese

Nella seconda metà degli anni ’70 (dieci anni dopo i due derby che misero di fronte Palmese e Juve Palmi), alle pendici del monte Sant’Elia si giocaro

palmese-ok.jpeg

Nella seconda metà degli anni ’70 (dieci anni dopo i due derby che misero di fronte Palmese e Juve Palmi), alle pendici del monte Sant’Elia si giocarono quattro derby molto accesi tra due compagini che si battevano fino all’ultimissima goccia di sudore nel catino del Giuseppe Lopresti. Una era il Palmi (oggi Palmese) l’altra la Vigor Palmese la cui parabola calcistica, pur consumatasi nel volgere di pochi anni, lasciò un segno indelebile.

La prima volta che le due squadre si affrontarono fu nel campionato di Promozione 1976-77. La gara d’andata si concluse con la vittoria della Vigor Palmese che, dopo essere stata messa sotto da una saetta di Tripodi, ribaltò l’esito dell’infuocato derby nel finale con Fagà e Giuseppe Naso. Vittoria che non fu ben accolta dai sostenitori del Palmi tant’è che al triplice fischio finale scagliarono le bandiere in campo.

Avvolto da un alone di mistero fu, invece, il derby di ritorno giocatosi il 20 marzo 1977. Finì 2-0 per il Palmi (sceso in campo con: Spinelli, Avventuroso I, Mambrino, Varsavia, Avventuroso II, Saffioti, Tripodi, Mazzullo, Marino, Infantino, Cioffi) ma la rete (anzi la clamorosa autorete) di Amoroso a inizio ripresa (colpo di testa nella propria porta su cross di Mazzullo), che diede il là alla vittoria dei neroverdi, messa in cassaforte da Marino al minuto 85, sembrò un gesto di gratitudine nei confronti del Palmi che, dopo quel successo, avrebbe posto le basi di una salvezza centrata all’ultimissima giornata grazie all’1-0 inflitto al Castrovillari, retrocesso, assieme a Giovanile Crotone e Tropea, per la peggiore differenza reti nei confronti del Palmi e della Cariatese. La Vigor Palmese si sarebbe, invece, classificata al terzo posto.

L’anno seguente (campionato di Promozione 1977-78) ad aggiudicarsi la gara d’andata fu la Vigor Palmese vittoriosa 2-1 (reti di Mazzullo e rimonta dei rossoverdi, esattamente come era successo un anno prima, con Arduca e Giuseppe Naso) mentre il ritorno, con il Palmi reduce dal pesantissimo tonfo patito in casa della Rossanese, finì 1-1 con Giuseppe Naso che replicò al provvisorio vantaggio dei neroverdi siglato da Salvatore Naso. Anche al termine di quel campionato a classificarsi meglio fu la Vigor Palmese mentre il Palmi, che nelle rimanenti dieci giornate vinse una sola partita (1-0 al Rogliano), retrocesse in Prima Categoria dopo aver perso lo spareggio salvezza contro l’Acri. Era il 1978, anno che scrisse la parola fine a quei sentitissimi derby dagli infiniti aneddoti.

Due anni dopo la favola della Vigor Palmese giunse al suo epilogo venendo assorbita dal C.C. Palmi che riprese, così, la sua vecchia denominazione di U.S. Palmese. Per i neroverdi, che videro arrivare sulla loro sponda diversi calciatori della Vigor Palmese (Filippone, Romola, Fiorino…), fu un nuovo inizio che nel volgere di soli due anni, aggiudicandosi i campionati di Prima Categoria e Promozione, gli permise di spiccare il salto nel probante torneo di Interregionale.