esagono nero.svg
rcsport-logo
rcsport-logo
search icon
animiertes-gif-von-online-umwandeln-de (3)

Il quotidiano online dello sport a Reggio Calabria e Provincia.

Associazione di promozione sociale Onlus EMITI.

Legale rappresentante Ornella Derna.
Direttore responsabile Rocco Calandruccio.

MAIN SPONSOR

animiertes-gif-von-online-umwandeln-de (3)
scarica-app-android-small-696x114

facebook
instagram
whatsapp
tiktok

2023 © RCsport.it - Tutti i diritti riservati. Associazione di promozione sociale Onlus EMITI. Reg. Trib. Palmi n° 1/18. Realizzato da VOLGO Agenzia Pubblicitaria

Doppia entrata in casa della Rosarnese

2023-08-07 17:49

Redazione

CALCIO, Prima Categoria Girone D, prima categoria, rosarnese, Di Bartolo, cucinotta, Fida, Alviano, Scuola Calcio “Nucera Rossi”,

Doppia entrata in casa della Rosarnese

Entrambi cresciuti nella Scuola Calcio Nucera Rossi

alviano-e-fida.jpeg

Due giovani innesti nella Rosarnese del presidente Tonino Di Bartolo, che si appresta ad affrontare la nuova stagione in Prima Categoria, con le idee chiare sul da farsi. Umberto Fida e Francesco Alviano, giovani calciatori con buona esperienza, cresciuti  entrambi nella Scuola Calcio “Nucera Rossi”, faranno parte della rosa a disposizione del tecnico Antonio Cucinotta.

Umberto Fida, 19 anni, esterno di difesa ed all'occorrenza esterno di centrocampo, ha militato in Promozione nel Melicucco e nella Deliese, per passare lo scorso anno nella Virtus Rosarno. “Sono contento della chiamata da parte della Rosarnese - spiega Fida - mi metterò a disposizione del tecnico Cucinotta e spero di raggiungere insieme ai miei nuovi compagni gli obiettivi che la società si è prefissata”.

 

Francesco Alviano, 18 anni, esterno sinistro alto, lo scorso anno in forza alla Virtus Rosarno, dichiara: “Lo scorso anno ho avuto l’onore di poter vestire la maglia della Virtus Rosarno, vivendo un’esperienza nuova. Mi sono confrontato con tantissime persone importanti, ringrazio la Virtus per tutto quello che ha fatto per me e per la bellissima stagione che abbiamo trascorso insieme. Ho scelto il progetto della Rosarnese perché ritrovo dei miei vecchi compagni come Galati e Paparatti, ma soprattutto per l’importanza del progetto che il presidente Di Bartolo vuole attuare in questa stagione dove ci confronteremo con squadre preparate e forti. Ma sono sicuro che, grazie alla squadra e sicuramente grazie al mister ,saremo pronti a tutto”.